Nuovo menù menù


Cerca
in questo sito

sitelevel.com





Copyright ® IMPERO
E' vietata la riproduzione, anche parziale, delle pagine contenute in questo sito.
Sito realizzato con Blocco Note
Webmaster: Emanuele P.
Sito creato l'1 luglio 2000
Aggiornato: sempre.
Privacy Policy






DOMANDE FREQUENTI

D - Che cosa è l'Impero?
R - L'Impero è una micronazione virtuale, ovvero aterritoriale, fondata nel febbraio 2000 da Emanuele Spikas ed è il risultato dell'autodeterminazione degli imperiali ovvero di quelle persone che riconoscendosi nell'Impero hanno acquisito tratti comuni e caratteristici che li differenziano dalle altre etnie ed hanno sviluppato un senso di appartenenza allo stesso.

D - Che cosa è una micronazione?
R - Un'entità formata solitamente da un piccolo gruppo di persone con identità ed interessi comuni che ambisce al riconoscimento e all'indipendenza.

D - Che cosa è una micronazione virtuale?
R - Uno stato non territoriale, una nazione extra-territoriale, ovvero una vera e propria nazione sprovvista di territorio.

D - Che differenze ci sono tra uno stato ufficiale e una micronazione virtuale?
R - La micronazione virtuale è qualcosa che può essere vista come un sogno ma che è effettivamente una realtà: infatti come gli stati riconosciuti anch'essa è provvista di un ordinamento, di cittadini e di una cultura propria. Escludendo i casi in cui la micronazione ottenga o occupi dei territori fisici, essa può generalmente essere delimitata da spazi virtuali o comunque dalla comunità di persone che ne fa parte. Al contrario di un normale stato però, sei tu che puoi scegliere di fare parte della nazione. La micronazione mira quindi ad ottenere riconoscimento e indipendenza ed è questa la principale differenza con gli stati ufficiali che sono già in possesso di questi due elementi.

D - Perché una micronazione dovrebbe aspirare all'indipendenza?
R - Perché una micronazione è fornita di una propria cultura e i suoi cittadini si riconoscono in essa. Hanno il diritto di fare parte della nazione che più li rappresenta e hanno il diritto di poter vivere sotto la sua giurisdizione, con i giusti compromessi. Gli appartenenti di una micronazione si riconoscono in un'identità e hanno quindi diritto alla loro autodeterminazione e al riconoscimento delle loro istituzioni e della loro sovranità.

D - Ma è un gioco di ruolo?
R - Assolutamente no, non siamo un gioco di nessun genere. Alcuni giochi di ruolo, alcune simulazioni politiche e alcune comunità virtuali si definiscono erroneamente "micronazioni virtuali", ma una micronazione virtuale è qualcosa di molto serio e ha elementi, come la cultura e l'ambizione di riconoscimento ufficiale che nulla hanno a che fare con i semplici hobby sopra citati. L'uso errato del termine "micronazione" danneggia il movimento micronazionalista e i progetti seri come il nostro, per questo motivo disapproviamo fortemente tutte quelle entità che si spacciano per micronazioni senza alcuna convinzione reale.

D - Indipendenza, nazione... non potete avere di queste pretese, mentre la mia regione\nazione ha una storia millenaria e per questo appartengo a un movimento indipendentista/secessionista/autonomista che chiede l'indipendenza della terra a cui appartengo.
R - Visto che tu vuoi appartenere a una terra, a una nazione in cui ti riconosci più dello stato che ha l'autorità sulla tua regione, dovresti capire più di tutti le nostre idee e i nostri sentimenti. Desideri l'indipendenza della tua terra ma non sei disposto a concedere lo stesso a chi vuole a sua volta l'indipendenza di una micronazione in cui si riconosce e a cui si sente di appartenere? Allora sei autoritario come lo stato contro cui combatti, quindi sei un'ipocrita.

D - Quali sono gli obbiettivi dell'Impero?
R - Lo scopo di questa e di ogni altra micronazione è il riconoscimento della propria nazione e l'ottenimento della propria indipendenza e della propria sovranità. Lo sviluppo di una propria cultura e di un sistema migliore dove si dia maggiore importanza ai diritti naturali dei cittadini.

D - Che forma di governo vige nell'Impero?
R - Una particolare forma di monarchia costituzionale, basta leggere la costituzione per capire quanta libertà vi sia in questa micronazione; la libertà individuale viene tutelata al massimo. Si tratta quindi di una Monarchia Costituzionale fondata su un sistema minarchico (stato minimo) e l'amministrazione di stato e governo è gestita con metodi misti di democrazia e meritocrazia.

D - Perché dovrei diventare cittadino dell'Impero?
R - Se ti riconosci nei nostri principi e nella nostra identità questa è la tua nazione. Se vuoi vivere in uno stato libero, l'Impero è il posto che fa per te: aiutaci a raggiungere i nostri obiettivi. Un giorno potremo vivere liberi con le nostre leggi basate sulla libertà, tutelati dalle nostre istituzioni e secondo le nostre tradizioni. Puoi contribuire nel frattempo a rendere l'Impero una delle micronazioni più prestigiose, facendo parte di una nazione in cui puoi dare realmente un tuo contributo, in cui puoi puoi diventare importante per lo sviluppo di una cultura. Per riconoscerti in una nazione che possa davvero rappresentarti e che creda davvero in valori quali la libertà dei cittadini.

D - Come faccio a diventare cittadino?
R - Vai in questa pagina e segui tutte le istruzioni. Ricorda che non sono ammessi dati falsi, identità multiple o fittizie e che se sei cittadino di altre micronazioni dovrai segnalarlo perché si possa valutare il tuo caso.

D - Come faccio ad aumentare di grado?
R - Partecipando attivamente, per esempio tramite il forum imperiale, e contribuendo allo sviluppo e alla crescita dell'Impero.

D - Io non voglio o non ho tempo e modo di partecipare, mi interessa solamente aggregarmi all'Impero, è un problema?
R - Il modo migliore per contribuire attivamente alla causa imperiale ed interagire con gli altri cittadini è partecipare nel forum ed alle iniziative che in esso vengono promosse. In questo modo è possibile dare un maggiore apporto alla nostra causa. Ma sei libero di ottenere solo la cittadinanza, purché continui a seguire gli sviluppi della micronazione via email, possibilmente partecipando ad attività come le votazioni.

D - Posso fondare un partito?
R - Certamente.

D - Qualsiasi partito?
R - Certamente, l'importante è che il tuo partito non miri nei programmi e soprattutto nelle azioni a violare i principi fondamentali della Costituzione Imperiale e non tenti di cancellare le istituzioni imperiali e la Monarchia Costituzionale.

D - E se fondo un partito contro la monarchia?
R - Potrai far valere i tuoi ideali e realizzare eventuali progetti a discapito della monarchia agendo nel rispetto delle nostre leggi e della nostra costituzione. Ma attenzione, Impero è e resterà una Monarchia Costituzionale, perché ciò fa parte della sua storia, della sua tradizione e della sua cultura e l'Imperatore è il rappresentante massimo della micronazione. Quindi sei tenuto in ambito politico a rispettare le istituzioni, di ogni genere, democratiche, meritocratiche e tradizionali presenti in Impero.

D - Dopo essere diventato imperiale sono divenuto cittadino anche di altre micronazioni, comprese alcune entità che voi definite "false".
R - Pessima mossa: sei ufficialmente diventato un Traditore. Se desideri unirti ad altre micronazioni (o finte tali) devi prima rescindere la cittadinanza imperiale.

D - Cosa devo fare se non desidero essere più cittadino?
R - Semplicemente comunicarlo; sei libero di rescindere la cittadinanza quando vuoi.

D - Cosa ci guadagno a diventare cittadino?
R - Se in futuro riusciremo a raggiungere i nostri obiettivi potrai vivere in una nazione in cui ti riconosci e dove potrai pienamente godere della tua vita, della tua libertà e delle tue proprietà. Nel frattempo fare parte della micronazione può risultare un'esperienza significativa che può andare dal contribuire allo sviluppo di una nuova nazione (può essere motivo di orgoglio e potresti entrare nella nostra storia) al realizzare quello che la tua nazione di origine non ti permette di fare, dal trovare quì la tua vera identità e la tua vera patria al divenire parte di una comunità o semplicemente divertirti, in base alle iniziative a cui deciderai di partecipare.

D - Dopo aver visitato il vostro sito ho fondato la mia micronazione.
R - Se hai un progetto serio e il tuo obbiettivo è creare una nazione reale basata su principi originali che possa sviluppare propri tratti identitari, se sei intenzionato a lavorare per raggiungere il riconoscimento internazionale, se sei conscio di cosa sia davvero il micronazionalismo, allora ti auguriamo buona fortuna. Se invece hai aperto un sito o un forum per motivi futili e stupidi del genere "mi piace l'idea di avere una mia micronazione" e sei ignorante per quanto riguarda il micronazionalismo, allora è nostra speranza tu possa chiudere i battenti al più presto. Ma probabilmente nel giro di qualche giorno o, nel migliore dei casi, di qualche mese ti sarai stancato e avrai abbandonato il tuo forum o sito definito erroneamente "micronazione". Il micronazionalismo non è un hobby, fondare una micronazione non deve essere un'esperienza simpatica. A meno che tu non abbia a cuore un progetto serio e l'intenzione, ma soprattutto la convinzione, di forgiare una nuova nazione reale, il nostro consiglio è di diventare cittadino di una micronazione già presente nei cui principi ti riconosci.

D - Ho visto alcune persone denigrarvi, come mai?
R - Non è raro che una persona qualunque non ci prenda sul serio e tenti di ridicolizzarci. Per esempio succede che le persone che passano tutto il giorno su forum di politica o che passino tutta la vita pensando solamente al loro lavoro, critichino il fatto che il nostro pensiero sia rivolto a una nazione che per il momento vive a metà tra il sogno e la realtà. Capita anche che simulazioni varie tentino di denigrarci; solitamente sono dei falliti che non sanno nulla di micronazionalismo e che attaccano Impero per invidia e per la sua coerenza. Mentre noi stringiamo rapporti con governi reali in esilio e abbiamo contatti con entità parzialmente riconosciute, loro fanno patti con piccoli forum internet monoutente che si spacciano per micronazioni.

D - Alcuni sostengono che boicottate le altre micronazioni italiane e pretendete di poter stabilire quali sono vere micronazioni e quali no.
R - Innanzitutto noi non siamo assolutamente una micronazione italiana. Noi siamo Imperiali, abbiamo una nostra identità e ci riconosciamo nella Micronazione Sovrana Impero. In genere alcuni ex cittadini che hanno tradito la nostra micronazione cercano di creare micronazioni fantoccio per denigrare l'Impero e si alleano con false micronazioni non riconosciute da Impero in quanto non rispecchiano le definizioni micronazionaliste e non hanno nessuna seria ambizione né tantomeno interessi reali di autodeterminazione. Nei loro siti/forum dove simulano nazioni esistite in passato o immaginarie passano il tempo cercando di copiare le nostre idee, insultandoci e soprattutto parlando dello stato in cui si riconoscono (la Repubblica Italiana). Alcuni utilizzano addirittura carte geografiche fantasiose, foto di finti eserciti (flotte/aerei/carri immaginari) e fotomontaggi. Noi abbiamo appurato che si tratta di impostori e nel tempo abbiamo raccolto tutte le prove che dimostrano con certezza che si tratta semplicemente di italiani che giocano a fare i politici su un forum.

menù


NEWS