Nuovo menù menù


Cerca
in questo sito

sitelevel.com





Copyright ® IMPERO
E' vietata la riproduzione,
anche parziale, delle
pagine contenute in questo sito.
Sito realizzato con Blocco Note
Sito creato l'1 luglio 2000
Privacy Policy






- C -

 
Cafè Chat La seconda webchat invasa dall'IMPERO. Molto simile a Dialoga ma meglio controllata. L'IMPERO strinse buoni rapporti con i moderatori di questa chat sia con quelli divenuti imperiali (Federico Blau, Alkuna Spikas, Nemo Stellas), sia con gli altri (goku, Devon). La chat fu cancellata poiché il gestore Sound decise di venderne il codice sorgente.
Camerata Giornale del Partito dei Fasci Combattenti fondato da Stefano Stellas nel novembre 2005. Venne chiuso nel marzo 2007.
Camilla Blau (f - imp:25/08/2004.21/10/2005) Gregario.
Carlo Blau (m - imp:26/02/2006.06/05/2007) Gregario.
Carlo Konstitution (m - imp:d_05/12/2008) Discepolo, membro del Movimento Sociale Imperiale. Partecipò alle elezioni del novembre 2008 senza riuscire a diventare deputato, ma nel corso della legislatura ottenne tale carica subentrando a Luca Stellas dopo la condanna penale ad espulsione di quest'ultimo. Alle elezioni del 2009 si candidò, sempre nell'MSI, ma non ottenne alcun voto mentre ne ottenne uno a quelle del dicembre dello stesso anno. Non si candidò alle elezioni di giugno 2010, ma neanche votò il che gli costò il 3 luglio 2010 la degradazione a Gregario.
Carlo Septe (m - imp:d_13/09/2007) Gregario. Degradato a Gregario l'11 maggio 2008.
Carlotta Blau (f - imp:30/02/2000.31/12/2004) Unico imperiale raccolto da Alessandro Stellas non fu mai nulla più che Discepolo inattivo. Non rinnovò la cittadinanza al Censimento.
Carlotta Spikas (f - imp:30/04/2000.23/03/2010) Cittadina col tempo divenuta passiva nel suo ruolo di Membro Onorario. Dopo l'abolizione della Scala Sociale, divenne Gregario.
Carmelo Mano (m - imp:23/06/2007.14/11/2007) Gregario. Rescisse la cittadinanza.
CARTMAN Liberatore, l'ultimo ad entrare nel gruppo nemico dell'IMPERO ma anche l'ultimo a resistere. Tra i LIBERATORI fu il più attivo.
Casa dei Riformisti Liberaldemocratici Partito nato il 19 febbraio 2006 dalla fusione di Partito Liberale Progressista, Movimento Imperiale Costituzionale e Partito dei Laici Razionalisti; Capo Partito divenne Francesco Krucatas, promotore di questa fusione. Come i partiti che vi si fusero, fece parte della coalizione Unità Democratica Imperiale. A metà 2006 Giorgio Konstitution succedette a Francesco Krucatas, ma il partito, sempre all'interno della coalizione Unità Democratica Imperiale, non ottenne un buon risultato alle elezioni del settembre 2006. Agli inizi del 2007 il partito vide un incremento dei suoi membri. Partecipò alle elezioni dell'aprile 2007 sempre all'interno dell'UDI, raddoppiando i suoi voti ma perdendole con la coalizione. Alle elezioni di ottobre 2007 confermava i voti e andava al Governo con la coalizione. Con il Governo Transitorio del marzo-aprile 2008 il partito vede come suo rappresentante al governo Giorgio Konstitution e tra i ministri Giuseppe Bandieras. Alle successive elezioni dell'aprile 2008 il partito si candida sempre nella coalizione UDI portando a casa 8 voti e vincendo insieme alla sua coalizione alla pari con la coalizione IpN. Il partito a novembre 2008 perse la metà dei consensi, contribuendo alla sconfitta dell'UDI, tuttavia ottenne un seggio all'interno della coalizione eleggendo come deputato il capopartito Giorgio Konstitution. Aderì in seguito al Fronte per la Riforma Elettorale, un coordinamento di partiti finalizzato unicamente a fare in modo che i seggi appartenessero unicamente ai partiti e non alle coalizioni. Ma nel marzo 2008 smise di farne parte. Alle elezioni del maggio 2009 perse l'altra metà dei propri voti ottenendo solo il consenso dei due candidati che non riuscirono ad ottenere nessun seggio. Nel dicembre 2009 il partito, candidato sempre nell'UDI, tornò in Gran Consiglio dopo aver preso 4 voti alle elezioni e conquistato un seggio. Il 26 maggio 2010 il partito si fuse con VerdeProgresso - L'Edera formando il partito Demokratikos progressistas imperial-Democratici progressisti imperiali.
Casa dei Socialisti Riformisti Associazione per il dibattito politico democratico fondata da Francesco Krucatas nel giugno 2005. Trasformata in partito, fu chiusa dal fondatore pochi giorni dopo la sua nascita.
Casa del Fascio Partito fondato da Tommaso Krucatas il 13 dicembre 2006. I suoi ideali mischiano i diversi tipi di fascismo prefiggendosi lo scopo di accontentare tutte le fasce della popolazione. Il partito chiuse il 31 marzo 2007.
Cassa Imperiale Fondo che raccoglie donazioni volontarie utilizzate per finanziare servizi e progetti imperiali.
CDF Sigla della Casa del Fascio.
Celato Aquila (m - imp:30/11/2000.30/06/2004) Discepolo. Non rinnovò la cittadinanza al Censimento.
Celato Armas (m- imp:10/03/2006.01/03/2008) Gregario.
Celato Bandieras (m - imp:29/03/2002.30/06/2004) Gregario. Non rinnovò la cittadinanza al Censimento.
Celato Blau (m - imp:01/06/2001.30/06/2004) Discepolo inconsistente. Non rinnovò la cittadinanza al Censimento.
Celato Duomilles (m - imp:01/06/2000.30/06/2004) Gregario. Non rinnovò la cittadinanza al Censimento.
Celato Konstitution (m - imp:11/01/2006.14/06/2017) Discepolo. Cugino di Michele Septe e Julio Bandieras. Presto degradato a Gregario, ritornò Discepolo il 15 dicembre 2009 per poi essere degradato nuovamente a Gregario il 3 luglio 2010. Perse la cittadinanza con la Rivoluzione Anagrafica.
Celato Krucatas (m - imp:01/06/2000.30/06/2004) Discepolo. Non rinnovò la cittadinanza al Censimento.
Celato Luktar (m - imp:01/09/2000.03/09/2000) Arruolato a Dialoga, in breve tempo iniziò a denigrare l'Impero e l'idea alla base dello stesso, abbandonandolo dopo pochissimi giorni. Si scoprì che in verità stava segretamente cercando di copiare l'idea, ma nei successivi 4 mesi raccolse solo un seguace e i suoi loschi progetti naufragarono.
Celato Mano (m - imp:10/02/2003.30/06/2004) Inutile Discepolo raccolto su C6. Non rinnovò la cittadinanza al Censimento.
Celato Prime (m - imp:05/03/2000.30/06/2004) Indeciso tra RIBELLI e IMPERO, scelse quest'ultimo. Divenendo uno dei tanti cittadini passivi. Discepolo. Non rinnovò la cittadinanza al Censimento.
Celato Septe (m - imp:01/06/2000.30/06/2004) Fedelissimo quanto inattivo. Non rinnovò la cittadinanza al Censimento.
Celato Spikas (m - imp:10/07/2000.30/06/2004) Fedelissimo, seguace imperiale a Dialoga. Non rinnovò la cittadinanza al Censimento.
Celato Stellas (m - imp:01/06/2002.30/06/2004) Discepolo. Non rinnovò la cittadinanza al Censimento.
Celato Tres (m - imp:30/06/2000.30/06/2004) Fondatore de LA NUOVA COMUNITA' DEL WEB, alleata dell'IMPERO, Fedelissimo ininfluente come la comunità da lui fondata. Vagò tra Membro Onorario e Discepolo. Non rinnovò la cittadinanza al Censimento.
Celato Virtual (m - imp:30/08/2000.30/06/2004) Discepolo e comparsa. Non rinnovò la cittadinanza al Censimento.
Censimento Operazione tramite la quale i cittadini furono chiamati a confermare o disdire la propria cittadinanza. Nel Censimento imperiale del 2004 questa operazione ridusse i cittadini imperiali da 275 a 41.
Cesidio Tallini Fondatore de La Famiglia Tallini e del Regno del Bucrafan, due micronazioni virtuali poi riunite nello stato integrale di TTF-Bucrafan. Padre delle teorie quintomondiste, fu lui a coniare il termine di Quinto Mondo e a definire la Jus Cerebri Electronici, ovvero la legge dei server. Fondatore e presidente del Consiglio del Quinto Mondo. Dimenticando l'appoggio datogli da Impero espulse quest'ultimo dal Consiglio del Quinto Mondo per diverbi personali con alcuni cittadini imperiali; nel corso dello stesso periodo portò l'organizzazione ad assumere posizioni più affini alle sue credenze personali che agli ideali di libertà e indipendenza su cui era prima incentrata la politica quintomondista. Nell'estate 2007 creò Indipendent Long Island, un movimento che mirava alla secessione dell'isola newyorkese, senza alcun seguito.
Che fare? Giornale del Partito Comunista Imperiale, fondato il 12 maggio 2005 e gestito da Federico Konstitution e Salvatore Konstitution. Chiuse verso la fine del 2006.
Chiara Blau (f - imp:30/07/2000.31/12/2004) Discepolo, poco interessata alle attività della nazione. Non rinnovò la cittadinanza al Censimento.
Chiara Duomilles (f - imp:20/07/2000.30/06/2004) Divenne Membro Onorario facendo propaganda all'IMPERO. Non rinnovò la cittadinanza al Censimento.
Chiara Septe (f - imp:d_09/12/2005) Discepolo. In seguito divenne Gregario. Il 12 agosto 2012 tornò Discepolo fino alla Rivoluzione Anagrafica, con la quale divenne Gregario.
Chiara Spikas (f - imp:01/03/2000.31/12/2004) Giovane cittadina, prima imperiale della seconda delle due vecchie chat, divenne Fedelissimo. Non rinnovò la cittadinanza al Censimento.
Christian Tres (m - imp:15/07/2007.30/12/2007) Discepolo.
CIMI Sigla della Convenzione Internazionale delle Micronazioni Italiane.
5WC Sigla del Consiglio del Quinto Mondo.
Città-Stato di Gesulandia Micronazione virtuale decaduta nel 2003. Forma di Governo - Teocrazia, basata sul culto del Dio Nano Storia - Fondata nel 2003 ebbe vita breve e decadette nello stesso anno.
Cittadini Onorari Grado ottenuto da chi si distingue per azioni importanti o per l'apporto dato all'Impero. Viene elargito dal Gran Consiglio o dall'Imperatore.
CIZZU+ Cracker che compì azioni contro Emanuele Spikas a Dialoga e ne rubò l'account, restituendoglielo dopo 4 mesi. Dopo di che se ne andò per sempre.
Claudia Bandieras (f - imp:d_20/07/2000) Sorella di Irene Duomilles, diventò Membro Onorario e utente di Impero Chat. Dopo 3 anni di assenza tornò a seguire attivamente le vicissitudini della micronazione. Si fece promotrice dell'Officina delle Arti, risultando una delle poche donne attive dopo l'istituzionalizzazione della micronazione.Sul finire del 2007 venne nominata giudice della Corte Costituzionale, divenendo Pari. Shade ha continuato a svolgere il ruolo di giudice anche sotto il Governo Transitorio ed il Governo Misto 2; quest'ultimo la scelse nel maggio 2008 anche per la carica di Ministro della Cultura. Nel luglio 2008 diede vita all'Associazione Culturale Sin Bridas. Venne promossa Pari Onorario il 10 novembre 2008. Nello stesso periodo divenne Giudice della Corte Costituzionale ma venne licenziata nel marzo 2009. Si candidò alla carica di Primo Ministro con la Federazione Italica nel maggio 2009 e il mese successivo divenne Giudice della Corte Costituzionale. Si candidò alla carica di Primo Ministro per la Federazione Italica nel maggio 2009 e il mese successivo divenne Giudice della Corte Costituzionale. Non si candidò alle elezioni successive. Fu nominata Giudice della Corte Costituzionale nel dicembre 2009. Con la Rivoluzione Anagrafica divenne Pari.
Claudia Blau (f - imp:30/08/2000.30/06/2004) Discepolo, svanito con l'abbandono di Dialoga. Non rinnovò la cittadinanza al Censimento.
Claudio Mano (m - imp:27/11/2008.04/01/2014) Gregario. Promosso a Discepolo il 6 giugno 2009, tornò Gregario sei mesi dopo, il 15 dicembre 2009.
Claudio Septe (m - imp:07/01/2006.06/12/2010) Discepolo, fondatore del Partito Socialista Imperiale. In precedenza, per brevissimo tempo membro del Partito Comunista Imperiale, abbandonato dopo le elezioni del gennaio 2006. Attivo nel pubblicizzare la micronazione. Nel settembre 2006 candida il suo partito alle elezioni, all'interno della coalizione Unità Democratica Imperiale e viene eletto deputato diventando anche Pari. Nei 6 mesi successivi si dimetterà dalla sua carica di deputato due volte, dopo averla riacquisita la prima volta. Alle elezioni dell'aprile 2007 nonostante la sconfitta della sua coalizione, viene eletto deputato. Nel luglio del 2007 abbandona la vita politica e quindi anche il partito, tornando però sui suoi passi il 2 settembre dello stesso anno e riprendendo le redini del Partito Socialista Imperiale. In tutti questi mesi si distinse nel reclutamento di nuovi cittadini. Il 31 luglio 2007 lasciò la dirigenza del PSI, salvo poi tornare sulla sua decisione il 2 settembre dello stesso anno. Partecipò alle elezioni di ottobre 2007, aumentando il consenso elettorale e venendo rieletto deputato. Mantenne il ruolo anche sotto il Governo Transitorio e alle elezioni dell'aprile 2008, candidatosi con il suo partito PSI (nella coalizione UDI), ottenne 7 voti ridiventando così deputato. Il Governo Misto 2 lo vide anche svolgere il ruolo di Vice Primo Ministro. Nel settembre 2008 venne licenziato dall'incarico di deputato per inadempienza. Ricandidatosi per le elezioni del novembre 2008, sempre nel PSI e all'interno dell'UDI, bissò il successo precedente venendo nuovamente eletto deputato. Anche alle elezioni del maggio 2009 venne eletto deputato per l'UDI con il PSI. Nelle elezioni del dicembre 2009 non riuscì a farsi eleggere deputato, per colpa dei soli 2 voti del PSI. Il 15 marzo 2010 perse la dirigenza del partito per inattività, ma per consolazione vinse la Liga Imperial di fantacalcio. Il 21 marzo tornò nel suo antico partito: il PCI. Rescisse la cittadinanza alla fine del 2010.
Club anti-psico Gruppo fondato da alcune ragazze sulle vecchie chat frequentate dall'IMPERO, quando quest'ultimo si era ormai completamente trasferito su Dialoga. Disintegrato dalla migliore delle spie imperiali: Silvia Spikas.
Colonia Prussiana Colonia della Prussia. La fissazione dei coloni per il gioco di ruolo sviò la Prussia da mire micronazionaliste. La colonia causò dapprima una crisi della madrepatria, di cui prese poi il nome e poi della Prussia intera, facendola decadere.
Compagnia Chat La quarta delle webchat gemellate (Dialoga, Cafè Chat e Insonnia), fu quella meno frequentata dagli imperiali.
Confederatio Destrae Imperis Coalizione di destra formata dal Movimento Epuratico Imperiale, poi Alleanza Imperiale, e dal Partito dei Fasci Combattenti il 26 maggio 2006. Ebbe breve durata e si squagliò nell'estate dello stesso anno a causa dell'uscita di Alleanza Imperiale, abbandonata.
Consiglio dei Ministri Riunione tra i ministri atta a discutere della situazione della micronazione e dei progetti relativi ai vari ministeri. Il primo Consiglio dei Ministri imperiale si svolse nel gennaio 2005, presieduto dall'allora Ministro degli Interni Massimo Konstitution.
Consiglio del Quinto Mondo Organizzazione fondata dal sovrano di TTF-Bucrafan, sua maestà Cesidio Tallini. Il Consiglio del Quinto Mondo (5WC) è l'unica organizzazione che si prefigge di portare avanti gli interessi delle nazioni quintomondiste. E' quindi avverso all'Onu poiché la ritiene contro lo spirito della Dichiarazione Universale dei Diritti Umani e contro la lettera della Dichiarazione Universale dei Diritti dei Popoli e ripudia i seguenti trattati internazionali Convenzione di Montevideo, Trattato Internazionale sullo Spazio del 1967, Trattato Antartico del 1959, Convenzione del Diritto del Mare del 1982. Il Consiglio del Quinto Mondo adotta come carta dei diritti, i 14 comandamenti cesidiani che tutelano la libertà dei cittadini delle nazioni quintomondiste. Impero è entrato nell'organizzazione il 10 luglio 2004. Nell'estate del 2006 dopo alcuni diverbi su questioni non inerenti al quintomondismo né al micronazionalismo, con alcuni cittadini imperiali, Cesidio Tallini espulse Impero dal 5WC, perdendo 3/4 della sua popolazione complessiva. Nel corso dello stesso anno l'organizzazione aveva perso i valori iniziali fondati sulla libertà e sull'indipendenza, finendo per essere monopolizzata da visioni personali di Cesidio Tallini e causando l'impoverimento del 5WC ormai privo dell'adesione di altre micronazioni al di fuori di Ttf-Bucrafan. Infatti in seguito l'organizzazione chiuse i battenti.
Convegno delle Micronazioni Italiane Riunione effettuata periodicamente, organizzata dalla Convenzione delle Micronazioni Italiane a cui venivano invitate le rappresentanze di tutte le micronazioni di origine italiana. Il primo ed ultimo convegno nel gennaio 2004 venne rinviato per la mancata presenza di molte rappresentanze. Si svolse poco dopo e vi parteciparono i seguenti rappresentanti: Valerio Ippolito (Repubblica delle Terre d'Oltreoceano), Alessandro Bertolucci (Repubblica Democratica di Salsealand), Dago90 (Terza Repubblica in Esilio e Repubblica Democratica di Ponferrata), Emanuele Spikas (Impero), Nemesis (Prussia), Lorenzo Aquila (Repubblica dei Dotti).
Convenzione Internazionale delle Micronazioni Italiane Organo creato il 12 gennaio 2004 dalla Repubblica delle Terre d'Oltreoceano con lo scopo di migliorare la comunicazione e la collaborazione tra le micronazioni di origine italiana. Fu chiusa dopo l'attacco della Repubblica delle Terre d'Oltreoceano alla Repubblica Democratica di Ponferrata nel febbraio 2004 scaturito proprio da discordie nate all'interno della Convenzione. I dissidi erano nati per l'avversione di alcune micronazioni (Repubblica Democratica di Ponferrata e IMPERO) alla creazione immotivata e insensata di micronazioni monoutente, prive di ogni caratteristica propria.
Corrente Trotzkysta Corrente interna al Partito Comunista Imperiale, sviluppatasi nella seconda metà del 2006 e guidata da Simone Stellas. Raccolse consensi nel partito e portò alla fuoriuscita di Salvatore Konstitution. Ma la guida di Simone Stellas durò breve tempo e con l'ascesa di Luca Aquila, membro anch'egli della Corrente Trotzkysta, di quest'ultima non si sentì più parlare.
Corte Costituzionale Istituzione nata alla fine del 2005 e regolamentata dalla Legge Putelli, inizialmente era composta di 5 giudici nominati da Ministro della Giustizia e Imperatore, con l'incarico di controllare le modifiche alla Costituzione e le possibili attività incostituzionali di enti e partiti. Dotata di un Presidente e di un Vice Presidente, continuò con questa formula fino al marzo 2009 quando il Presidente Luca Blau si dimise per l'inattività dell'organismo. Riformata dal Ministro della Giustizia Massimo Konstitution, passò quindi alla formula di 3 giudici, con a capo un Presidente.
Cristian Bandieras (m - imp:d_04/03/2008) Gregario.
Christian Duomilles (m - imp:30/07/2001.30/06/2004) Pensatore, ottenne il grado di Vice Gran Maestro. Non confermò la cittadinanza al Censimento.
Cristian Stellas (m - imp:04/05/2007.08/06/2008) Discepolo. Venne espulso a seguito di una condanna per Uso di più cittadinanze.
Christopher Aquila (m - imp:d_24/01/2013) Discepolo, divenne Gregario con la Rivoluzione Anagrafica.
CRLD Sigla della Casa dei Riformisti Liberaldemocratici.
Cronache Libertarie Vecchio nome del giornale Il Libertario, diventato tale il 9 gennaio 2007.


menù


NEWS