Nuovo menù menù


Cerca
in questo sito

sitelevel.com





Copyright ® IMPERO
E' vietata la riproduzione,
anche parziale, delle
pagine contenute in questo sito.
Sito realizzato con Blocco Note
Sito creato l'1 luglio 2000
Privacy Policy






- L -

L'Indipendente Imperiale Giornale apartitico di informazione fondato da Giuseppe Bandieras il 14 gennaio 2007.
L'Osservatore Cult Giornale bilingue (italiano e imperial) dedicato a cultura, musica e produzioni imperiali, pubblicato per la prima volta nel marzo 2008. Fondato e curato da Luca Bandieras.
l'Osservatore Imperiale Giornale settimanale di attualità imperiale creato da Luca Bandieras il 24 giugno 2006. Dopo una pausa di diversi mesi nel 2007, tornò attivo sul finire dello stesso anno adottando il bilinguismo con le lingue italiana e imperiale.
l'Osservatore Imperiale Editore Casa editrice fondata da Luca Bandieras. Tra le sue pubblicazioni i giornali "l'Osservatore Imperiale" e "L'Osservatore Cult".
L'universale Giornale periodico di informazione del MSI nato nel giugno 2008 diretto da Luca Stellas e supervisionato Marco Septe.
La Famiglia Tallini Micronazione quintomondista con cui l'IMPERO ha avuto rapporti diplomatici. Questa micronazione virtuale possiede: 53 domini di secondo livello ICANN o di radice alternativa, 8 domini di primo livello alternativi, un network della classe C /24 IPv4, in grado da fare da host per più di 250 computer, 15.000 $ di fido presso una banca, una biblioteca nazionale con testi in 28 lingue, una biblioteca virtuale che contiene testi in 24 lingue. Al suo interno vi è anche la Chiesa Cesidiana. Quest'ultima è l'istituto che promuove la religione creata da Cesidio Tallini: il Cesidianesimo. Insieme al Regno del Bucrafan costituisce lo stato integrale di Ttf-Bucrafan. Forma di governo - Monarchia Storia - Fondata il 17 novembre 1998 da Cesidio Tallini, ha ottenuto il riconoscimento del Regno di Caledonia in Esilio e del Principato di Sealand (micronazione riconosciuta indipendente dal Regno Unito da un tribunale britannico). Inoltre è conosciuta da Casa Savoia e da diversi politici italiani. Dal 17 novembre 2001 insieme al Regno del Bucrafan costituisce lo stato unico di Ttf-Bucrafan.
La Micronazione Imperiale Giornale di informazione creato il 22 ottobre 2006 da Lillo Aquila. Con l'espulsione per Tradimento di quest'ultimo il giornale venne rilevato dal Ministro dell'Informazione Federico Aquila che lo rese statale e strumento del ministero dell'informazione e tale rimase anche al termine del suo mandato.
La Rubrica Giornale di partito del Partito Libertario della Micronazione, fondato nel 2005 da Abramo Aquila. Divenne giornale clandestino dopo la condanna del suo fondatore, ma venne chiuso nel settembre 2005.
La Saetta Imperiale Giornale della Federazione Imperiale Sport e Videoludo fondato nell'agosto 2005 da Federico Konstitution. Chiuse ufficialmente il 24 dicembre 2006.
La scintilla Giornale del Partito Comunista Imperiale, fondato da Luca Aquila il 2 dicembre 2006.
La Voce dei Riformisti Giornale del Partito Riformista Imperiale, fondato da Luca Bandieras il 6 novembre 2005 . Dopo la fusione tra Partito Riformista Imperiale e Partito dell'Aristocrazia Illuminata, divenne il giornale ufficiale di Monarchia e Riformismo. Dopo periodi di alterna fortuna, il giornale riprese un'attività frequente nel gennaio 2008.
La Voce dell'Impero Giornale statale e neutrale fondato da Andrea Bandieras il 25 gennaio 2006 e chiuso ufficialmente il 24 dicembre 2006.
L.A.P.V. Prima comunità virtuale alleatasi con l'IMPERO. Contribuì alla prima sconfitta dei LIBERATORI e di Suker. Fondata da Alkuno Armas, il quale sciolse l'alleanza per dissidi personali con Emanuele Spikas.
Le Candela Giornale periodico culturale in lingua imperiale, fondato il 26 febbraio 2007 da Andrea Spikas. Fu il primo giornale in lingua imperiale.
Le jornal del ATI Vecchio nome del Le jornal del Impero.
Le jornal del Impero Giornale  della coalizione ATI, nato nel gennaio 2008 su iniziativa di Raffaele Konstitution (MA&L) e Giovanni Bandieras (FOEDUS ITALICUM). Scioltasi la coalizione ATI, il giornale mutò nome in "Le jornal del Impero".
Lega Degli Stati Secessionisti (League Of Secessionist State) La LOSS è la prima storica organizzazione di micronazioni. Fu fondata il 26 novembre 1990 dal Regno di Talossa (Kingdom of Talossa), dal Regno di Thord (Kingdom of Thord) e dall'Imperiale Impero Jahn (Imperial Jahn Empire). Si dichiarava un'organizzazione delle micronazioni unite e mira a promuovere comunicazioni e relazioni internazionali. Affermava di servire per agire come ente sovramicronazionale imparziale. Col tempo però andò incontro a una decadenza dettata dalla trascuratezza e dalla sopraggiunta poca serietà di chi la gestiva.
Lega Delle Micronazioni (League Of Micronations) Fondata il 20 luglio 2000 la Lom è un'organizzazione intermicronazionale che si prefigge lo scopo di permettere alle micronazioni di interagire tra loro e di stringere rapporti diplomatici mantenendo un'esistenza comune e pacifica. Subì lo stesso destino del LOSS.
Lega Italiana delle Micronazioni Organizzazione fondata nel 2003 da Impero, Repubblica Democratica di Ponferrata e Repubblica Democratica di Salsealand. Era un'alleanza tra micronazioni italofone. Venne ricostituita da Impero, Utòpia e Repubblica Democratica di Ponferrata nel dicembre 2005 e fu mutata in associazione per interessi comuni e diffusione del quintomondismo e del micronazionalismo. Agli inizi del 2006 il progetto naufragò definitivamente.
Laura Duomilles (f - imp:15/05/2000.31/04/2004) Ultimo baluardo dell'IMPERO nelle chat dove nacque la micronazione, fece divenire imperiali diversi utenti delle stesse. Ciò gli valse il titolo di Membro Onorario. Non rinnovò la cittadinanza al Censimento.
LENIN Tra i primi LIBERATORI comparsi e tra i primi a scomparire.
Leonardo Aquila (m - imp:d_01/10/2017) Gregario.
LESBICOSO Inutile membro dei LIBERATORI.
LIBERATORI Fondati da Suker, ex membri dei RIBELLI. Nati inizialmente con lo scopo di annientare l'IMPERO, si posero in seguito anche l'obbiettivo di provocare la chiusura delle vecchie chat frequentate dagli imperiali. Oltre alle infiltrazioni, alle azioni di spionaggio e agli attacchi dell'IMPERO si ritrovarono contro anche l'utenza delle due chat, che invocava l'aiuto dell'IMPERO. Con l'esodo degli imperiali verso Dialoga si dissolsero.
Libertà Giornale fondato il 14 gennaio 2006 da Nunzio Aquila. Organo di informazione del Partito Socialista Repubblicano-Movimento Bucolico Pastorale, giornale adibito alla propaganda e all'informazione del partito. Chiuso il 2 maggio 2006 in seguito alla condanna ad espulsione definitiva del suo fondatore.
Libertà & Progresso Giornale del Partito Liberale Progressista, fondato da Francesco Krucatas nel settembre 2005. Chiuse quando il partito si fuse nella Casa dei Riformisti Liberaldemocratici.
Lillo Aquila (m - imp:27/05/2006.29/05/2006 + 12/07/2006.24/02/2007) Discepolo. Cugino di Marco Bandieras. Membro della Federazione Italica, rescisse la cittadinanza per mancanza di tempo, ma la riprese poco tempo dopo e tornò nel partito. Si candidò alle elezioni del settembre 2006 senza essere eletto ma ottenne il grado di Pari perché fu nominato Ministro dell'Informazione del Governo ATI 2. Con l'uscita di Monarchia e Riformismo dall'ATI ottenne anche la carica di deputato ma poco tempo dopo tradì Impero assieme ai cittadini Stefano Stellas, Jacopo Stellas, l'ex cittadino Marco Tres e un patetico straniero nemico del micronazionalismo. Fu processato e condannato per Tradimento, Inosservanza di norme stabilite da un'autorità, Spionaggio, Uso di più cittadinanze, Induzione sull'individuo. Venne quindi espulso ed è ricordato come il più vile traditore di Impero, poiché da sempre decantava della sua lealtà, vantante il record della condanna più pesante della storia imperiale.
Lim Sigla della Lega Italiana delle Micronazioni.
Lom Sigla della Lega Delle Micronazioni.
Lorenzo Aquila (m - imp:17/12/2005.27/01/2006 + 03/06/2006.07/07/2006) Fondatore della Repubblica dei Dotti, che visse solamente un mese, dal dicembre 2003 al gennaio 2004. Alla fine del 2005 divenne cittadino imperiale e membro della Federazione Italica che supportò durante le elezioni del gennaio 2006, ma all'indomani di esse passò al Movimento Autonomia & Libertà. Divenne ministro dell'informazione ottenendo il grado di Pari, ma a poco più di un mese dall'entrata in scena, disdisse la cittadinanza per il timore di non poter reggere la realizzazione del sogno imperiale. Rientrò in scena il 3 giugno 2006 divenendo membro del Movimento Autonomia & Libertà sperando di non trovare un terreno ostile al bipolarismo contrariamente a quanto accaduto nella Federazione Italica, ma ne fuoriuscì già il 5 giugno. Il giorno successivo diventò capo del Partito Mangiamo Tutti, ma solo tre giorni dopo venne processato per doppia cittadinanza essendosi spacciato per una attrice italiana (Eleonora Forti). Durante il processo si comportò disonorevolmente e venne espulso definitivamente il 7 luglio 2006.
Lorenzo Bandieras (m - imp:23/12/2005.04/01/2014) Straniero italiano che diede un proficuo contributo all'Impero, in particolare all'Università Imperiale e con azioni di propaganda. Dimostrò estrema saggezza ottenendo la cittadinanza onoraria. Si iscrisse al PRI ed ottenne la carica di Ministro della Propaganda dopo le elezioni del gennaio 2006 diventando un Pari. Si candidò alle elezioni del settembre 2006 in Monarchia e Riformismo, non venne eletto ma fu riconfermato come Ministro delle Propaganda. Divenne vice-presidente della Corte Costituzionale. Il 14 dicembre 2006 si ritirò a cittadinanza passiva. Il 17 dicembre 2009 venne degradato a Discepolo e il 3 luglio 2010 a Gregario.
Lorenzo Septe (m -imp:d_27/01/2011) Gregario.
Lorenzo Stellas (m - imp:d_17/03/2006) Discepolo. Degradato a Gregario l'11 maggio 2008.
LOSS Sigla della Lega Degli Stati Secessionisti.
Luca Armas (m - imp:06/02/2000.30/06/2004) Gregario. Non rinnovò la cittadinanza al Censimento.
Luca Aquila (m - imp.:d_16/08/2006) Discepolo, poeta e membro del Partito Comunista Imperiale. Si candidò alle elezioni del settembre 2006 ma non venne eletto, mentre ricevette l'incarico di giudice della Corte Costituzionale. Il 21 ottobre 2006 fu condannato all'Interdizione dei diritti politici passivi per 5 mesi, per aver commesso il reato di Uso di falsi dati o più nickname. Ma sul finire dello stesso anno divenne deputato e quindi Pari grazie ad un seggio vacante appartenente alla sua coalizione, l'Unità Democratica Imperiale. Nel frattempo aveva appoggiato la Corrente Trotzkista e la sua ascesa ed in seguito subentrò ad Simone Stellas alla guida del Partito Comunista Imperiale e variò i principi di quest'ultimo. In breve tempo divenne anche il leader della coalizione. In tale ruolo si candidò alle elezioni dell'aprile 2007, perdendole ma venendo comunque eletto deputato e ricevendo dal Governo IpN l'incarico di Ministro dell'Informazione. Confermato alla guida del PCI dal secondo congresso del partito, partecipò alle elezioni di ottobre 2007, nelle quali venne eletto deputato e ricevette il Ministero degli Interni per il Governo UDI 2. carica che mantenne sino al febbraio 2008; fece il deputato fino al marzo 2008, mese della caduta del governo. Poco dopo si ritirò a cittadinanza passiva. Tornò all'attività nell'autunno 2008 abbandonando il PCI per scegliere il MAI e partecipando alle elezioni del novembre 2008.  Nel Governo IpN 2 divenne Ministro della Propaganda. Successivamente venne nominato Giudice della Corte Costituzionale ma venne licenziato nel marzo 2009. Si dimise nell'aprile 2009 dall'incarico di Ministro della Propaganda, dopo diverse settimane di inattività. Con il MAI si candidò anche alle elezioni del maggio 2009 ma non venne eletto. Degradato a Discepolo il 16 ottobre 2011, divenne poi Gregario il 12 agosto 2012.
Luca Bandieras (m - imp:02/09/2005.14/06/2017) Capo Partito del Partito Riformista Imperiale, che sotto la sua guida entrò a far parte dell'Alleanza Tripartitica Imperiale. Si distinse per l'analisi della storia politica imperiale, in particolare con un forte impegno all'interno dell'Università Imperiale. Nelle elezioni dell'ottobre 2005 venne eletto deputato prima e Presidente del Gran Consiglio poi. Ottenne quindi il grado di Pari. Grazie al suo impegno gli fu conferito dall'Imperatore il grado di Pari Onorario nel dicembre 2005, nello stesso mese diviene Ministro della Propaganda per un breve periodo. Alle elezioni del gennaio 2006, grazie alla vittoria della sua coalizione, divenne Deputato e Ministro degli Esteri. Poco tempo dopo divenne anche rettore dell'Università Imperiale. Il 10 maggio 2006 la sua grande dedizione al lavoro gli permise di ottenere precocemente il grado di Gran Maestro. Il 23 giugno 2006 fondò e divenne direttore del giornale "l'Osservatore Imperiale". Nell'estate dello stesso anno, fece fondere il suo partito con il Partito dell'Aristocrazia Illuminata, nacque così Monarchia e Riformismo. Da Capo Partito, insieme a Massimo Konstitution, mantenne MR nella coalizione Alleanza Tripartitica Imperiale e con la stessa si candidò alle elezioni di settembre 2006. Ottenne la riconferma a Ministro degli Esteri e venne eletto deputato, ma perse il seggio il primo febbraio 2007 dopo aver fatto uscire il suo partito dal governo. Dopo aver costituito con il suo partito, Nuovo Impero e Movimento Anarchia Illuminata la coalizione Insieme per la Nazione, ne divenne leader vincendo delle primarie interne ai membri della coalizione, a discapito di Federico Konstitution. Con una rilevante vittoria della sua coalizione alle elezioni dell'aprile 2007 divenne Primo Ministro e venne anche eletto deputato. Partecipò alle elezioni di ottobre 2007, confermando il suo seggio e ottenendo il Ministero della Cultura del Governo UDI 2. Caduto precocemente il Governo venne scelto come Ministro della Difesa nel Governo Transitorio di marzo-aprile 2008, mantenendo il ruolo di deputato. Alle elezioni dell'aprile 2008 si candidò col suo partito MR insieme a Massimo Konstitution per la coalizione IpN; ottenendo 4 voti, ma a causa del pareggio di voti con Gianluca Blau si decise di affidare a quest'ultimo il seggio rimenente guadagnato dalla coalizione e così Luca Bandieras non fu eletto deputato, in compenso durante il Governo Misto 2 svolse il ruolo di Ministro della Difesa prima e, a seguito delle dimissioni del cittadino Salvatore Konstitution, Ministro dell'informatica dal luglio 2008. Candidato Primo Ministro di IpN nel novembre 2008, vinse le elezioni tornando alla guida del governo e ottenendo l'interim del Ministero della Cultura nel Governo IpN 2. Venne inoltre eletto deputato con MR per la sua coalizione. Alle elezioni del maggio 2009 riottenne il seggio, sempre per MR e IpN, e fu nominato Ministro degli Esteri. Alle elezioni del maggio 2009 venne rieletto deputato sempre per MR e IpN, e divenne l'ultimo Ministro degli Esteri prima della riforma dei dicasteri. Fu Ministro degli Interni al posto di Gianluca Blau alla fine del Governo IpN 3 a partire dal 25 ottobre 2009. Venne nuovamente eletto deputato nel dicembre 2009, mentre nel governo IpN 4 tornò Ministro della Cultura. Non partecipò alle elezioni di giugno 2010, ma fu nominato Presidente della Corte Costituzionale. Tornò deputato alle elezioni di gennaio 2011 e fu eletto Presidente del Gran Consiglio. Perse la cittadinanza con la Rivoluzione Anagrafica.
Luca Blau (m - imp:20/03/2000.18/08/2009) Ex membro dei RIBELLI di Swolf, si unì all'IMPERO in compagnia dell'amico Fiktico Septe. Per aver arruolato diversi cittadini ottenne il grado di Membro Onorario. Fondatore del Partito Comunista Imperiale, per la partecipazione alla vita politica divenne Gran Maestro. Dopo una lunga assenza tornò attivo da Discepolo. Ottenne subito il grado di Pari entrando a far parte del Governo Provvisorio come Ministro della Propaganda. Fondò il Movimento Autonomia & Libertà. Si rese protagonista dell'incremento della partecipazione dei cittadini all'IMPERO, che rese la micronazione sempre più popolare. Eletto come deputato del MA&L, divenne Primo Ministro nel Governo Misto, assumendo anche la carica ad interim di Ministro degli Esteri, poi affidata a Andrea Spikas. Nel settembre 2005 venne insignito del grado di Pari Onorario e nelle elezioni di ottobre, candidato al ruolo di Primo Ministro per la coalizione Alleanza Tripartitica Imperiale perse di pochissimo le elezioni. Venne comunque rieletto deputato e divenne Ministro della Propaganda. Nel novembre 2005 diede inizio all'insurrezione popolare contro i repubblichini. Dopo il caso repubblicano, sul finire del 2005, divenne Ministro degli Esteri. Stravinse alle elezioni del gennaio 2006 diventando Primo Ministro e mantenendo il proprio seggio in Gran Consiglio. Il 10 maggio 2006 divenne Gran Maestro per i suoi meriti ed il suo patriottismo. Per le elezioni del settembre 2006 decise di lasciare spazio ad Andrea Spikas come leader della coalizione ATI candidato Primo Ministro. Nelle elezioni del settembre 2006 fu eletto deputato e divenne Ministro degli Interni. Non si candidò alle elezioni successive, ma nell'aprile 2007 divenne Ministro della Difesa. Non venne riconfermato a fine mandato e non si candidò neppure alle elezioni dell'ottobre 2007, ma divenne giudice della Corte Costituzionale. Carica riconfermata nel corso del Governo UDI 2. Durante il Governo Transitorio di marzo-aprile 2008 fu chiamato ad essere Ministro della Giustizia. Alle successive elezioni di aprile il suo partito MA&L non si presentò, lasciando solo l'altro partito della coalizione di cui faceva parte. Inaspettatamente nel luglio 2008 annunciò ufficialmente l'uscita del suo partito dalla coalizione ATI che cessò così di esistere. Durante il Governo Misto 2 venne nominato Ministro della Difesa nel luglio 2008 andando a sostituire Luca Bandieras a sua volta nominato Ministro dell'Informatica a seguito della rinuncia di Salvatore Konstitution. Questa legislatura lo vide anche svolgere il compito di Presidente della Corte Costituzionale. Nella seconda metà del 2008 cercò di dare una scossa al MA&L abbandonando l'ATI e cercando un'alleanza con l'MLI. Tuttavia non si candidò alle elezioni del novembre 2008 ma riottenne il Ministero della Difesa e venne confermato come Presidente della Corte Costituzionale. Ma successivamente si dimise da quest'ultimo incarico. Nel maggio 2009 venne ancora una volta nominato Ministro della Difesa, ma ad agosto si dimise e rescisse la cittadinanza imperiale.
Luca Krucatas (m - imp:24/03/2007.08/01/2008) Gregario. Nella seconda metà del 2007 divenne Discepolo e Capo Partito del Partito della Distinzione Sociale. Si candidò alle elezioni di ottobre 2007 ottenendo un buon risultato per il suo partito, tuttavia non venne eletto deputato. Collaborò anche con il giornale privato l'Osservatore Imperiale. In seguito a diatribe con alcuni cittadini rescisse la cittadinanza nel gennaio 2008.
Luca Mano (m - imp:01/06/2001.30/06/2004) Collaboratore del sito imperiale e membro della micronazione e per questo Membro Onorario. Non rinnovò la cittadinanza al Censimento.
Luca Prime (m - imp:27/04/2006.27/05/2006) Discepolo, membro del Partito Comunista Imperiale. Disdisse la cittadinanza perché eccessivamente stupido.
Luca Septe (m - imp:d_25/09/2010) Gregario.
Luca Spikas (m - imp:29/08/2008.14/06/2017) Discepolo, membro del Movimento Sociale Imperiale. Partecipò alle elezioni del novembre 2008, del maggio 2009, del dicembre 2009 e del dicembre 2010 ma non venne eletto. Tornò però Gregario il 15 dicembre 2009 per divenire nuovamente Discepolo il 3 luglio 2010. Ancora una volta divenne Gregario il 25 gennaio 2011. Successivamente promosso Discepolo, divenne definitivamente Gregario il 16 ottobre 2011: perse infatti la cittadinanza con la Rivoluzione Anagrafica.
Luca Stellas (m - imp:21/03/2008.08/02/2009 + d_21/02/2009) Discepolo e membro del Movimento Sociale Imperiale. Alle elezioni di aprile 2008 si candidò tra le fila del suo partito ricevendo 3 voti e venendo eletto deputato. Fondò il giornale L'universale. Si candidò con l'MSI alle elezioni del novembre 2008 venendo eletto deputato. Divenne poi Giudice della Corte Costituzionale. Divenne quindi Pari il 2 novembre 2008. Fu il padre del Fronte per la Riforma Elettorale, un coordinamento di partiti finalizzato unicamente a fare in modo che i seggi appartenessero solo ai partiti e non alle coalizioni. Tra gennaio e febbraio 2009 venne processato, in seguito a rapporti con false micronazioni, per Tradimento e Inosservanza di norme stabilite da un'autorità, venendo condannato ad Espulsione per 12 giorni ed al Confinamento per 10 giorni. Oltre alla cittadinanza perse quindi le cariche di deputato e di Giudice della Corte Costituzionale. Una volta scontate le pene, chiese e riottenne la cittadinanza il 21 febbraio 2009, divenendo Discepolo. Nel maggio 2009 venne nuovamente eletto deputato del MSI. Divenne poi capo del Movimento Sociale Imperiale. Il 30 novembre 2009 diventa Pari. Confermò la carica di deputato per l'MSI alle elezioni di dicembre 2009 e giugno 2010.  Decaduto da deputato nel dicembre 2010 divenne passivo, perdendo la guida dell'MSI e divenendo prima Discepolo il 16 ottobre 2011, poi Gregario il 12 agosto 2012.
Luca Tres (m - imp:01/06/2002.31/12/2004) Gregario. Non rinnovò la cittadinanza al Censimento.
Luce Stellas (f - imp:15/01/2006.02/07/2008) Discepolo.
Lucio Aquila (m - imp:15/03/2006.31/01/2010) Discepolo.
Lucio Rosso Pseudonimo di Marco Sferini.
Lucio Septe (m - imp:13/01/2007.14/12/2012) Gregario, divenne Discepolo votando alle elezioni. Per tale mancanza in elezioni successive, unita alla passività venne degradato a Gregario l'11 maggio 2008.
Ludovic Septe (m - imp:d_11/09/2006) Discepolo. Degradato a Gregario l'11 maggio 2008.
Ludovico Septe (m - imp:d_20/05/2005) Membro del Movimento Autonomia & Libertà che divenne deputato nel giugno 2005, diventando un Pari. Venne degradato a Discepolo il 25 novembre 2008 dopo diversi anni di cittadinanza completamente passiva. Venne degradato a Gregario il 6 giugno 2009.
Ludovico Stellas (m - imp:19/05/2005.19/04/2007) Discepolo, membro del Movimento Autonomia & Libertà.


menù


NEWS