Nuovo menù menù


Cerca
in questo sito

sitelevel.com





Copyright ® IMPERO
E' vietata la riproduzione,
anche parziale, delle
pagine contenute in questo sito.
Sito realizzato con Blocco Note
Sito creato l'1 luglio 2000
Privacy Policy






Legge 26/2008 - Legge JoeMeich - Regolamentazione Consiglio dei Ministri

CAPO I

Articolo 1
Il Consiglio dei Ministri (CdM) è l'organo assembleare costituito dal Primo ministro, dal vice Primo Ministro e dai ministri sotto le sue dipendenze.

Articolo 2
Il Consiglio dei Ministri è presieduto dal Primo Ministro, o in sua assenza dal Vice Primo Ministro, o da persona dal Primo Ministro delegata. Il Primo Ministro ne fissa l'ordine del giorno (OdG) che può essere integrato su richiesta dei singoli Ministri.

Articolo 3
Il Primo Ministro può convocare il Consiglio dei Ministri ogni volta lo ritenga opportuno. La comunicazione deve essere fatta almeno una settimana prima della data fissata nella sede del Ministero degli Interni.

Articolo 4
La partecipazione al Consiglio dei Ministri è obbligatoria per tutti i ministri. Se per qualsiasi motivo un ministro non potrà essere presente, dovrà presentare una relazione del suo operato al Primo Ministro (quando richiesta).

Articolo 5
La funzione del Consiglio dei Ministri è principalmente quella di mantenere uno stretto contatto tra il Primo Ministro e i vari dicasteri. Il Consiglio dei Ministri è altresì uno strumento di controllo del Primo Ministro sull'operato dei ministeri alle sue dipendenze.

Articolo 6
Il Consiglio dei Ministri (nel caso in cui il Primo Ministro non voglia agire personalmente, ma comunque per sua mozione) può, con la metà più uno dei Ministri favorevoli, deporre dal suo incarico un Ministro.

Articolo 7
Il Primo Ministro è obbligato all'inizio di ogni CdM ad annunciare ai ministri del modo con cui intende effettuare eventuali provvedimenti comportamentali.

Articolo 8
Il Primo Ministro è obbligato (qualora li provvedimenti siano effettuati privatamente) a comunicare le sanzioni date e i sanzionati alla fine del CDM e nel resoconto definitivo

CAPO II

Articolo 1
È severamente proibito durante una seduta del Consiglio dei Ministri:
- parlare senza concessione della parola da parte del Primo Ministro;
- votare senza l'avvio della votazione da parte del relatore;
- offendere o pronunciare frasi ingiuriose verso persone ideali o credi;
- invitare nella conversazione persone messe al bando;
- inneggiare ad ideali politici imperiali ed extra imperiali;
- offendere cittadini, enti, istituzioni, costituzione e principi su cui questa nazione si fonda.

Articolo 2
Nei casi descritti nell'Articolo 1 Capo II il Primo Ministro può decidere di adottare una delle pene scritte in seguito per cercare di mantenere ordine e calma all' interno del Consiglio dei Ministri:
- Avvertimento: avviso a moderarsi (fino ad un massimo di tre);
- Esclusione: allontanamento dal Consiglio dei Ministri, al Ministro o ai partecipanti viene impedito di continuare a partecipare alla seduta del Consiglio dei Ministri (dopo 3 avvertimenti);
- Licenziamento: nei casi estremamente gravi di offesa ad istituzione, cittadini, costituzione ecc..., licenziamento dalla carica ministeriale con nomina di un sostituto da parte del PM;
- Denuncia: gli spettatori che offendono la costituzione, le istituzioni ecc... saranno dapprima allontanati e poi il cittadino o l'ente o l'istituzione offesa deciderà se intraprendere una denuncia per "Ingiuria".

menù


NEWS