Nuovo menù menù


Cerca
in questo sito

sitelevel.com





Copyright ® IMPERO
E' vietata la riproduzione,
anche parziale, delle
pagine contenute in questo sito.
Sito realizzato con Blocco Note
Sito creato l'1 luglio 2000
Privacy Policy






PARTITO DELL'ARISTOCRAZIA ILLUMINATA

SIGLA PAI
FONDAZIONE 1 luglio 2005
FONDATORE Massimo Konstitution
CHIUSURA 23 agosto 2006 (fuso in MONARCHIA E RIFORMISMO)
PRINCIPI Il PAI non vuole essere un partito con principi troppo complicati o eccessivamente duri da spiegare. Ci limiteremo quindi a stabilire alcune caratteristiche del nostro partito:
1)PARTITO, non movimento, né circolo né associazione. Partito perché vogliamo impegnarci nella vita politica dell'Impero, proponendo leggi, stimolando la discussione sui fatti più salienti che riguardano il Gran Consiglio e il Governo, evitando di stare in silenzio e di mandare giù quello che non ci và. Naturalmente ci impegniamo a non fare nascere polemiche ed ad utilizzare sempre un tono pacato e di confronto civile;
2)ARISTOCRATICO; con questo termine non vogliamo alludere solo al fatto che i membri di questo partito dovranno avere un titolo nobiliare concesso loro dall'Imperatore, ma che ci impegniamo a fare crescere in questa monarchia quella parte che contraddistingue tutte le monarchie, ovvero la presenza di una nobiltà al servizio del monarca. L'ingresso al partito è naturalmente concesso a tutti coloro che vorranno farne parte, ma del Consiglio Generale faranno parte solo coloro che otterranno un titolo nobiliare. (Questo punto è spiegato in una apposita cartella del partito);
3)ILLUMINATO; non siamo qui per riportare l'Impero in una sorta di Ancien règime, ma vogliamo che tutti i cittadini abbiano parte alle scelte e alle opportunità che l'Impero offre. Ci ispiriamo quindi alle idee illuministiche più moderate, e rifiutiamo quelle che hanno portato alla Rivoluzione Francese e alla morte di Luigi XVI. Vogliamo la libertà e la fratellanza, non il terrore e la guerra.
Questi punti servivano a spiegare il motivo della scelta del nome PAI.
I principi ai quali ci atteniamo sono al momento solo due:
il PAI è un partito:
MONARCHICO: non ci schieriamo né a destra né a sinistra, e nemmeno al centro. Il nostro appoggio andrà all'Imperatore, alle sue scelte e alle sue idee. Non negheremo l'appoggio a nessun partito, tranne ai partiti rivoluzionari o contrari esplicitamente ai nostri principi.
CATTOLICO: con questo non vogliamo per nulla dire di essere un partito fondamentalista o clericale, ma semplicemente che tutti i nostri interventi ed idee dovranno essere in accordo con quello che insegna santa e romana chiesa. Ci impegniamo a fare politica in senso cristiano, ma non per questo a fare differenze o a mandare al rogo coloro che sono in disaccordo con noi.
Funzionamento Interno: I membri del PAI devono avere o ottonere un titolo nobiliare. Non è necessario esserne provvisti all'iscrizione.
Chiunque si iscrive si impegna a rispettare i principi del partito e a lavorare per il bene dell'Impero. Dopo un mese di attività e di presenza (accettiamo cittadini passivi, ma non credo che questi possano fare carriera all'interno del partito), si ottiene il titolo di CAVALIERE.
Successivamente, continuando il proprio appoggio all'Impero si sale tutta la scala dei titoli nobiliari: BARONE, VISCONTE, CONTE, MARCHESE e infine DUCA.
I titoli di cavaliere e di barone vengono concessi esclusivamente dal capo partito, il duca Massimo Konstitution o il suo successore.
Tutti i titoli superiori a quello di barone vengono concessi dall'Imperatore su richiesta del capo partito. Coloro che hanno un titolo superiore a quello di barone entrano a far parte del Consiglio Generale del PAI, organo che discute le scelte del partito.

IL PASSATO DEL PARTITO DELL'ARISTOCRAZIA ILLUMINATA


menù


NEWS