Nuovo menù menù


Cerca
in questo sito

sitelevel.com





Copyright ® IMPERO
E' vietata la riproduzione,
anche parziale, delle
pagine contenute in questo sito.
Sito realizzato con Blocco Note
Sito creato l'1 luglio 2000
Privacy Policy






POESIE DI LUCA BLAU

LO LEGNO CHE PER L'ALTO MAR SI MOVE
Lo legno che per l'alto mar si move
et l'opra del nautà che brama 'l porto
somiglian sì alla trista, biancha neve
che ingombra lo mio core ormai già morto

Tant'anni son passati da quel giorno
in cui io la notai là sovra l'herba
et anche se in quel loco io ritorno
nulla trovo di lei, donna superba

Et d'alegrezza ormai non porto speme
da quando Amore giunse in questo lido
poichè gran peso ne lo interno preme

Se giunge a voi codesto grido atroce
non negate al mio core lo ristoro
madonna, della vostra bocca, et voce.
Lo core meo che per l'affanno è greve
et l'alma mea che sempre mi fù porto
somiglian così tanto al caro orto
quando viene ingombrato dalla neve

Ma questo inverno non è ahimè sì breve
com quello che nel mondo i' aveva scorto
omai da molti anni lo sopporto
et spero la stagion diventar leve

La colpa vostra fù madonna bella
quando io vi guardai là nella foce
et mi parea veder sur l'acqua stella

Narrato v'ho la dura mea procella
a cui fin porre può solo la voce
ch'i' udì sovente, appartenente ad ella

menù


NEWS