Nuovo menù menù


Cerca
in questo sito

sitelevel.com





Copyright ® IMPERO
E' vietata la riproduzione,
anche parziale, delle
pagine contenute in questo sito.
Sito realizzato con Blocco Note
Sito creato l'1 luglio 2000
Privacy Policy






CIVILTA' ROMANA
di
Stefano Stellas

Lezione 1: Fondazione di Roma secondo origine storica

L'importante civiltà, che mi sento onorare di trasmettere le loro gesta, hanno creato nell'ambito politico e sociale un segno evidenete che rimarrà immutato epr molti stati nel resto dei secoli.
Il loro sviluppo culturale, politico e scientifico viene rivisto tutt'oggi sottoforma di leggi, opere d'arte e documenti sanitari che senza i quali potremmo salutare la nostra lungività che raggiungiamo tutt'oggi, ogni uomo sulla faccia del pianeta cosnosce il nome di ROMA capitale del famoso Impero, ma perchè capitale? Cosa fece d'importante? Sono le prime domande che oggi poniamo in questa lezione.
Roma secoindo la tradizione nacque il 24 aprile 753 a.c. molte leggende vi cirolano intorno, le più famose, quella di Romolo e Remo ed Enea, sono raccontate nei corsi dei secoli da vari poeti tra cui vediamo il nome di Virgilio che vedremo più in là.
Iniziamo dalla vera fondazione di Roma, che avvenne un quartiere per volta, abbiamo notizie certe,che la prima civiltà romana sorgeva sul Palantino, su una zona di guado del tevere dove vi era posta l'isola tiberinan presieduta da capanne fi legno e paglia.
Che importanza aveva il Tevere e l'isola Tiberina?
L'isola Tiberina e il Tevere furono necessari alla potenza commerciale di Roma, fu il vero Quartier Generale Commerciale Romano, con il Tevere, infatti, potevano commerciare con gli Etruschi, i Cartaginesi e i Latini, l'isola Tiberina invece si trasformò in breve tempo in un mercato essa si arricchì di empori che comprano e vendevano al merce dei vicini, grazie alla conformazione naturale della piccola Roma che aveva creato colli distanti dal mare, essa divenne un posto sicuro per tutte le popolazioni, così tra l' X e il VII secolo a.c. la piccola Roma si espanse con tutti i colli: Esquilino, Celio, Qurinale e Capitolino che si riunirono sotto un nome che sarebbe diventato immortale nei secoli: ROMA.

Lezione 2: Le basi di una politica salda

Come abbiamo già detto Roma ha avuto "due" origini, una, meno ufficiale, dalla quale tutto è nato, un piccolo villaggio che comprendeva specialmente l'isola tiberina con il suo mercato del sale e un'altra più famosa, "Della lupa" potremmo soprannominarla, che viene formulata per affascinare gli abitanti romani delle proprie origine.
D'altronde non di certo panem et circensem non erano le uniche necessità che un popolo richiedeva, tra di queste vi era: sanità migliore e funzionante, sicurezza del patrimonio ecc...(cosa che però, almeno nelle grandi metropoli del classicismo,erano impossibili da garantire).
Ma inoltre serve affascinare le folle e renderle fiduciose nel governo e incitare i militanti durante le loro battaglie.
I Romani consideravano perciò molti luoghi, come al giorno d'oggi, sacri per la propria civiltà diventati poi veri e propri oggetti di culto, basti pensare che veneravano il sepolcro di Enea nel Lazio, ma, appunto, nessun fatto certifica l'esistenza di tale tomba nel medesimo luogo.
Possiamo quindi concludere questo ragionamento che la società, sia romana che quella moderna, hanno fattori in comune esempio a pennello, appunto, il culto, che non è altro che affascinare le folle anche con luoghi simbolici e non per forza storici.
Dopo questo intermezzo di capire quanto gli umili plebei erano codnizionati dalle storie e le leggende che attorniavano di alone sacro i patrizi, divenuti, perciò uomini intoccabili, passiamo alle forme politiche della Pars Romana.
Dal 753 a.C. al 509 a.C. Monarchia (Romolo, Numa Pompilio, Tullo Ostilio, Anco Marzio, Servio Tullio, Tarquinio Prisco, tarquinio il Superbo)
Dal 509 a.C al 27 a.C. Repubblica (Tra ne ricordo alcuni, pochi, tra i più importanti uomini politici che diedero svolte al Senato, troviamo: il console Cicerone che scoprì la congiura di Catilina, uomo politico che combattè duramente per abbattere l'oligarchia senatoria, tra l'altro appoggiato da Giulio Cesare e infine Silla, perdonate il miscuglio e non l'ordine cronologico, prima persona che ricevette la dittatura a vita, ma egli stesso rinunziò e si ritirò in vita privata anni dopo. E come non ricordare Giulio Cesare, uomo politico-militare, grande oratore e stratega, quest'ultimo lo possiamo dedurre dal suo "Commentarii De Bello Gallico".)
*[OCCIDENTE]dal 27 a.C. al 476 d.C. Impero (Monarchia)(inutile scrivere i più famosi, se no si farebbe notte)
*[ORIENTE] dal 293 a.C. al 1453 d.C. (dopo il 476 prende nome Impero Bizantino)


CORSI DELL'UNIVERSITÀ IMPERIALE


menù


NEWS